Torrente Blè

Torrente Blè

MONITORAGGIO GEOTECNICOMONITORAGGIO METEOROLOGICO

Luogo: Ono San Pietro (BS)
Cliente: Comune di Ono San Pietro
Periodo: 2022 - in corso
Scopo: Hortus si è aggiudicata l’appalto per la realizzazione della rete di monitoraggio e allerta per fenomeni di colata rapida (debris flow) lungo l’asta del torrente Blè. Il progetto è parte integrante dell’accordo di collaborazione, con fini di ricerca scientifica delle complesse dinamiche che originano le colate detritiche, tra Regione Lombardia, CNR-IRPI, Università di Bologna e Università di Brescia.
 

La collaborazione del Comitato Tecnico Scientifico è finalizzata alla definizione di fattori di controllo geomorfologico, modellazione idraulica, progettazione e realizzazione di sistemi di monitoraggio idrogeologico con funzionalità conoscitive e di allertamento a tutela della pubblica incolumità.

Hortus ha quindi contribuito alla progettazione esecutiva della rete di monitoraggio proponendo una soluzione in grado di soddisfare tutte le diverse esigenze funzionali richieste da questo delicato ambito applicativo.

La rete si compone di quattro sistemi dislocati lungo l’asta del torrente equipaggiati rispettivamente con:
• Datalogger Campbell Scientific CR1000X
• Pluviometro Classe A in accordo a UNI 11452:2012
• Sensore di livello del torrente con tecnologia radar
• Sensore di pressione per la misura del flusso di risalita
• Geofoni opportunamente condizionati per generazione di allarmi
• Telecamere Day&Night ad alta risoluzione Campbell Scientific CCFC
• Termometro aria
• Anemometro

Ogni sistema è programmato per valutare in continuo le condizioni idrometeorologiche e in caso di eventi significativi attivare la modalità di allerta di tutta la rete, le cui funzionalità vengono di seguito riportate:
• notifica SMS al personale preposto in relazione ai diversi livelli di allarme
• eventuale attivazione impianto semaforico a interdizione del traffico veicolare
• attivazione delle telecamere con registrazione video a 15fps
• attivazione del secondo datalogger Campbell Scientific CR1000X dedicato al campionamento 200Hz di tre geofoni

I dati vengono trasmessi automaticamente con router cellulare alla piattaforma HMS-WEB, che costituisce il centro di controllo della rete dove vengono convogliate tutte le informazioni acquisite sul campo.
Le immagini e i video HD registrati dalle telecamere e tutti i dati dei geofoni acquisiti in alta frequenza vengono scaricati mediante collegamento remoto, risulta infatti possibile raggiungere tutte le telecamere in tempo reale per sorvegliare ciò che sta accadendo lungo l’asta torrentizia.

Questa soluzione ha completamente soddisfatto la Direzione Lavori e la Committenza sotto tutti i punti di vista, rendendo il team Hortus fiero del proprio contributo a questo importante progetto.

Prodotti correlati