Miniera di Alpetto

Miniera di Alpetto

MONITORAGGIO GEOTECNICOMONITORAGGIO STRUTTURALE

Luogo: Regione Lombardia, Italia
Cliente: Holcim S.p.A
Periodo: 2007 - ongoing
Scopo: Hortus ha installato una rete di monitoraggio geotecnico per il controllo della stabilità della ex miniera a cielo aperto di Alpetto per conto di Holcim S.p.A.
 

Il progetto inizia nel 2007 con l’attivazione di una prima centralina di acquisizione basata su datalogger Campbell Scientific CR10X, in grado eseguire letture in corda vibrante per monitorare con precisione la stabilità della parete alta della miniera. Il datalogger tuttora interroga periodicamente i multiplexer, indispensabili per poter acquisire gli estensimetri multibase Geokon posizionati all’interno di diversi carotaggi sub-orizzontali, ed alcuni piezometri per la misura delle pressioni interstiziali.
Negli anni successivi il monitoraggio è stato ampliato con l’implementazione di un nuovo sistema di monitoraggio equipaggiato con tre nuovi estensimetri multibase Geokon in foro sub-orizzontale ed un nuovo piezometro.
Nel 2013, in concomitanza con il termine delle attività di estrazione, sono stati installati gli ultimi tre estensimetri multibase posizionati al piede della parete, questi sensori sono connessi ad uno specifico dispositivo di acquisizione che esegue le letture in corda vibrante e, mediante un modulo di trasmissione integrato, è in grado di comunicare con il datalogger della stazione master.
L’utilizzo di un’architettura di acquisizione wireless si è rivelata vincente infatti è stato possibile evitare la posa di lunghe tratte di cavidotto che avrebbero potuto convogliare fulminazioni o essere danneggiate dai frequenti crolli di detriti.
Hortus, ormai da più di dieci anni, si occupa delle attività di manutenzione e delle verifiche sulla sensoristica facente parte della rete di monitoraggio così da poter assicurare la continua acquisizione delle misure indispensabili per la sorveglianza del dissesto.

Prodotti correlati