Monitoraggio geotecnico della miniera di Alpetto

Didascalia
  • Titolo: Monitoraggio geotecnico della miniera di Alpetto
  • Scopo: Monitorare la stabilità di una miniera a cielo aperto
  • Luogo: Cesana Brianza, Italia
  • Cliente: Holcim Spa
  • Periodo: 2007 - ongoing

Hortus nel 2007 ha installato per conto di Holcim S.p.A. una prima centralina di acquisizione basata su datalogger Campbell Scientific CR10X, in grado eseguire letture in corda vibrante per monitorare con precisione la stabilità della parete alta della miniera. Il datalogger tuttora interroga periodicamente i multiplexer, indispensabili per poter acquisire gli estensimetri multibase Geokon posizionati all’interno di carotaggi sub-orizzontali, ed alcuni piezometri per la misura delle pressioni interstiziali.

Negli anni successivi il monitoraggio è stato ampliato con l’implementazione di un nuovo sistema di monitoraggio a circa metà della parete della miniera: sono stati installati tre nuovi estensimetri multibase Geokon in foro sub-orizzontale ed un nuovo piezometro in profondità.

Nel 2013, in concomitanza con il termine delle attività di estrazione, sono stati installati altri tre estensimetri multibase Geokon al piede della parete, le letture di questi ultimi sensori vengono eseguite da una particolare dispositivo in corda vibrante integrato con un modulo di trasmissione radio a 2.4 GHz, che permette la comunicazione con il datalogger CR1000 sul quale è basata la stazione di monitoraggio intermedia. In questo modo gli ultimi tre nodi sono completamente indipendenti e vengono interrogati periodicamente dal datalogger, che si occupa della memorizzazione dei dati acquisiti e della loro trasmissione ai server di Hortus utilizzando il sistema standard basato sulla copertura di rete cellulare GSM/LTE.

L’utilizzo di un’architettura di acquisizione wireless si è rivelata vincente, infatti in questo modo non è stato necessario utilizzare lunghe tratte di cavidotto che avrebbero potuto convogliare fulminazioni o danneggiarsi con la frequente caduta di detriti, potenziando così la sicurezza intrinseca del sistema.

Hortus, ormai da più di dieci anni, si occupa della manutenzione e delle verifiche sulla sensoristica dell’intera rete di monitoraggio, in modo da assicurare la continua acquisizione delle misure significative per la sorveglianza in tempo reale della situazione.

 

Gallery

 

Prodotti correlati

HMS-GEO

Sistemi di monitoraggio orientati alla geotecnica, vengono utilizzati principalmente per tenere sotto controllo l’evoluzione di frane, l’instabilità di pendii e l’integrità strutturale di edifici, tunnel e grandi opere.

 

HMS-WEB

Piattaforma di servizi avanzati ad elevata disponibilità ed accessibilità, per la gestione integrata dei dati provenienti dalle reti di monitoraggio.